Vuoi diventare un rivenditore Wild?
Blog

Me.Ga. Wild

venerdì 18 marzo 2022
L’energia è il flusso della vita. Dietro una bottiglia c’è tanto: tante persone, tanto lavoro, tanti problemi, tante emozioni.
Me.Ga. Wild
"Io e Nicolò facciamo parte di quella schiera di affezionati alla propria terra, irremovibili quando si parla di tutela del territorio. 
Abbiamo approfondito la nostra conoscenza durante il primo lockdown che ha messo tutti i piccoli artigiani Lombardi nella particolare condizione di poter dedicare tempo a creare una rete di collaborazioni. 
E la nostra collaborazione, oggi profonda amicizia, è nata al grido di #MOLAMIA. 

Il nostro rapporto nasce dalla condivisione di intenti e filosofia. La voglia di fare cose buone, artigianali, valorizzare territorio e fatica sono alla base di tutte le nostre scelte. 
                                                
In questi anni abbiamo visto crescere sempre di più l’attenzione verso i vini artigianali fatti da persone vere, piano piano è nata in noi la consapevolezza di far un lavoro importante grazie al vostro sostegno. 

L’insieme di due community Me.ga. e Wild Family, di persone, di appassionati, di critici, di amanti delle emozioni sta dando importanza al lavoro di tanti artigiani della terra, riscoprendo valori profondi, oltre la bottiglia."

- Nicola Gatta




Il lavoro di Nicolone è scandito dalle sboccature. Anno dopo anno, vengono accolte come a un banco di esame e sembra una verifica di quelle che si facevano a scuola.

L’annata è una, ma le sboccature sono a distanza di sei mesi. In questo periodo il lavoro di Nicola e Francesca (Chicca) si è trasformato ed evoluto in maniera incredibile: si sta lavorando per il futuro. 

Futuro... chi fa metodo classico ha una visione del tempo diverso dagli altri Vigneron perché ha compreso che avere chiaro il percorso in anticipo è fondamentale! Il primo spumante esce dopo 30 mesi sui lieviti. vedere in là nel tempo e costruire ciò che verrà è importantissimo.




Il successo di Nicola Gatta non è solo sui social. È un successo sul campo! È l'insieme di tante piccole attenzioni: piccoli pezzi che creano un puzzle complesso. 


La rinnovata (e meravigliosa) sala degustazione permette di ospitate tantissimi appassionati.
La qualità che passa attraverso i dettagli la si nota dal fatto che i bevitori Me.Ga. bevono solo negli Zalto, a dimostrazione dell’ossessione e dell’orgoglio di servire il prodotto al meglio. 


Dedicare tanto tempo agli appassionati bevitori ha avuto un duplice effetto:

- una platea molto ampia di persone che hanno toccato con mano il lavoro di Nicola e che sono diventati a loro volta dei veicoli del racconto (il gruppo Me.Ga. è incredibile),

- contemporaneamente l'azienda è cresciuta, trovandosi motivata da tutte le esperienze e le condivisioni che queste persone hanno portato in cantina e fuori, alzando settimanalmente l’asticella, motivando Nicola a sviluppare progetti sempre più importanti e impegnativi.




La sala degustazione serve anche per dare più spazio alla cantina. 
Sono arrivate una marea di botti nuove e la visione dei prossimi anni passerà da qui, più legni in cantina, più possibilità di dividere cru e vigne, più qualità per sostenere il terroir di Gussago che spinge... e spinge forte! Vi posso garantire che ho bevuto più volte quelle botti e se oggi il lavoro di Nicola Gatta vi entusiasma, beh aspettatevi grandi cose nel breve futuro (si, bisogna avere pazienza)


Quando la richiesta del vino è tanta, ti potrebbe venire la voglia di aggiungere “quantità”, sviluppare vigne da zero, estirpando e bonificando zone in abbandono, investendo per piantare impianti.

Per Nicola l'unica via è il recupero di vecchie zone vitate, anche se scomode e lontane dalla cantina. 





Fare vino vuol dire lavorare la terra e vivere la natura in toto e non limitarsi ad una monocultura statica.
Purtroppo oggi i grandi terroir sono sommersi da vite piantata ovunque poiché fonte di reddito e speculazione, vedere e vivere Gussago (e limitrofi) tra boschi e abitazioni (forse sarebbe bello vedere anche micro stalle), ti porta in un emisfero differente, dove una collina racconta una storia di vite e di vissuto, di varietà delle caratteristiche che oggi godono di almeno tre interpreti importanti.

Forse oggi ancor di più, se volete godere di quel calice di bolle, andate in vigna. Lì troverete tante risposte.


Ps. Tra poco arrivano le nuove sboccature e saremo Noi ad averle in anteprima Nazionale per la Wild Family
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Me.Ga. Wild
Il tuo browser ha il supporto JavaScript disabilitato. Ti preghiamo di abilitarlo.