Perché la Val Camonica per fare vino?
"Perché è buona, dici? Perché abbiamo un territorio fantastico. Partendo dal presupposto che abbiamo tante situazioni diverse, la Val Camonica è lunga - è una delle valli più lunghe che ci siano - e quindi abbiamo varie tipologie di terreni che ci offrono la possibilità di fare grandi vini differenti l'uno dall'altro." - Fausto Ligabue


La Val Camonica è poco citata, quindi sembra che non ci si abbia mai fatto vino. Ma lì, tra le persone, c'è la cultura del vino.
"Ci sono degli scritti dei monaci cluny in cui si racconta che venivano a prendere l'uva a Losine intorno al 1200 e definivano la zona come la più vocata." - Fausto Ligabue


Quale è la tua storia Gigi?
"Ho respirato profumo di mosto da bambino, abitavo sopra la cantina di mio nonno ma fino a 27 anni non ho mai bevuto vino. Aiutavo la famiglia nelle lavorazioni di vendemmia, sono sempre stato attratto dal discorso agricolo. Poi c'è stato l'innamoramento, che va oltre la passione, un fidanzamento con la primavera, la pianta che nasce, portare in cantina l'uva." - Gianluigi Dò


La vigna va lavorata, devi avere una motivazione per fare anche solo 1000 bottiglie.
"Devi avere la passione, non saprei in che altro modo definirla. E l'ambizione di far conoscere il proprio vino non per forza fino a Copenaghen ma anche solo a Milano per sentirsi chiedere 10 cartoni di vino dalla Val Camonica." - Tato