Andi Fausto è un vigneron lombardo dell’Oltrepò che produce vini biodinamici naturali. La sua filosofia segue lo studio approfondito del terroir, ossia il rapporto interdipendente tra il microclima di un dato territorio e le caratteristiche minerali e naturali della terra in cui si coltiva e crescono le viti. È proprio il terroir a rendere unici e irripetibili i vini di Andi Fausto.

L’obiettivo è proprio quello di mantenere l’artigianalità e il rispetto di tutto e di tutti, tramandando la consapevolezza del territorio anche e soprattutto alle nuove generazioni.


"i giovani sono il futuro"

I vini di Andi Fausto sono prodotti oggi dal figlio, che ha 20 anni. L’idea alla base è proprio l’intenzione di puntare sui giovani, giovani che sono sinonimo di futuro e di creatività.

La proattività della nuova generazione è il marchio di fabbrica di questa piccola azienda a conduzione familiare. L’obiettivo è avere diversi punti di vista, nuovi spunti di riflessione, ma anche innovazione e uno sguardo sempre volto al futuro.



Una produzione rispettosa 

Fausto Andi ha sempre prodotto vini a bacca rossa, perchè la zona di coltivazione dell’Oltrepò Pavese è adatta ai vitigni a bacca rossa - la lavorazione è focalizzata su vitigni autoctoni, privi di modificazioni chimiche, nel rispetto della biodiversità e dell’autenticità del territorio. I vini di Fausto Andi sono il risultato dell’equilibrio degli elementi.

La scelta di un’agricoltura biodinamica rispetto a una prettamente biologica è una scelta prima di rispetto della natura, poi di stile.

L’agricoltura organica di Fausto Andi è quindi l’evoluzione dell’agricoltura biodinamica. Il concetto di base è ottenere l’equilibrio assoluto del prodotto attraverso il rispetto e l’integrità della materia prima e del terreno.

L’integrità del prodotto permette oggi all’azienda Andi Fausto di produrre qualcosa che tecnicamente viene considerato impossibile, perchè più elementi vengono manipolati e modificati, più ci si allontana proprio da quell’integrità studiata e ricercata. Oggi le modificazioni chimiche dei vini sono all’ordine del giorno: Fausto Andi invece porta avanti fieramente l’idea di un vino artigianale, naturale, biodinamico.



"Fausto è un rivoluzionario, una persona controcorrente che da sempre crede in una strada futurista. Fausto parla di vino artigianale naturale da anni, prima che fosse di moda, e tutt'ora sta proponendo concetti dei quali si capirà il valore tra tanti anni.

Non esagero se dico che la definizione di genio gli calza a pennello. Si tratta di uníartigianalità straordinaria messa al primo posto, nascosta nel lavoro con pochi riconoscimenti poichè in molti faticavano a capire cosa stesse facendo.

Oggi è facile credere in lui. Oggi sembra facile avvicinarsi ai suoi vini ma non è stato così per 30 anni quando il territorio intero spingeva in un'altra direzione. 

Fausto ha lottato per progetti che sono durati 15 anni, in idee e sperimentazione anche sbagliate, lo ha fatto per sè e per il suo credo, senza compromessi.


Non lo ha fatto per i soldi, non gli interessa vendere il vino ma condividerlo! Ogni sforzo, ogni soldo è stato investito nella vite, pensando al futuro forse anche troppo lontano per Noi comuni bevitori!"

Nicolò "Wild" Quarteroni