Costata, cottura media. 
Abbinamento:
 Frodo Pinin. 
Abbinamento pensato con un vino che nasce dalla moradella (varietà antica) che ha una tannicità nobile importante, la parte più grassa sarà bilanciata dal vino andando ad aggiungere una nota di spezia e profumi di sottobosco molto ricchi come more e rovo.

Carne Trita scelta, lavorata a crudo.
Abbinamento: Ostregheta.

La tipica cena che saprebbe cucinare Nicolò. Abbinamento con un bianco leggermente macerato da poter bere anche in più giorni. Abbiamo scelto Ostregheta, un barbera vinificata in bianco (edizione unica che nasce da uno sbaglio di cantina) con acidità e freschezza.
Una nota ossidativa positiva che rende complesso e goloso (morbido) il bouquet del vino, l'abbinamento è sempre sulla pulizia del palato con la sapidità ci invita a mangiare un altro boccone di carne cruda

Tagliata, hamburger, spezzatino, bollito. 
Abbinamento: Cris.
Abbiamo scelto il Cris, bolla alpina da pino nero: di struttura e sicuramente gastronomica. Dosaggio zero ma non troppo diretto per poter incontrare più ingredienti e più palati.