Montagna 

Territorio e biodiversità
Ripartiamo dall’importanza di valorizzare i territori montani e le loro biodiversità, un tempo abbandonati per favorire la globalizzazione. Le vacche bruna alpine originali, forti e robuste, pascolano per più di 6 mesi l’anno dando un nuovo valore economico ad aree in alta quota, che sarebbero altrimenti abbandonate.

Allevatori Montani
La morfologia del territorio montano, a causa della difficoltà di approvvigionamento di foraggio esterno, permette allevamenti solo di pochi capi. Piccole realtà supportate da un’associazione nata per valorizzare chi crede che la riscoperta di una una razza antica unita all’imprenditoria giovanile possa essere il futuro della montagna.



Etica

Benessere animale
Prima di ogni cosa: una vita nel benessere per i nostri amati animali. Il rispetto per la vita, la tutela delle attività di pascolo e della socializzazione nella mandria sono i nostri capisaldi. Tutto ciò di più distante da allevamenti intensivi, cemento e tetri box di stallo.

Alimentazione naturale
Non alleviamo per macellare, ma per avere animali che contribuiscono alla filiera del latte per più tempo possibile. L’alimentazione è esclusivamente erba da pascolo (6-7 mesi l’anno) e fieno montano nella stagione fredda.



Razza

Identità
Le difficili condizioni ambientali delle regioni alpine hanno creato la bruna alpina originale:una razza rustica, robusta e longeva a doppia (un tempo triplice) attitudine. I forti arti e unghioni permettono una ricerca di foraggio in terreni difficili; il folto mantello bruno le permette di sopravvivere a condizioni climatiche estreme.

Filiera di valorizzazione
Piccole realtà che credono nel territorio e in una filosofia di allevamento etico, sostenibile e tradizionale. Una cultura contadina che si tramanda da generazioni e che rende sempre più importanti le radici di un passato che oggi diventa una visione sostenibile grazie ad una filiera diretta tra allevatore e consumatore.