Se rallentare in un anno come questo è stato inevitabile, preparare una sorpresa a chi ci vuole bene è stato essenziale. Questo progetto unisce le estreme artigianalità di montagna a persone che hanno stravolto il metodo di lavoro nel loro ambito.


Tre maestranze incredibili:

Fausto Andi: Vigneron dell’Oltrepò Pavese che per più di 40 anni è andato controsenso, concentrandosi sulla naturalità della vigna, per ottenere un vino senza nessun prodotto aggiunto. Dalle sue folli idee abbiamo preso le vinacce che nascono da macerazioni uniche al mondo; il risultato di anni e anni di sacrificio.
 
Florian: Mastro distillatore dell’Alpe di Siusi, che nel suo maso realizza prodotti enologici straordinari e del quale ci hanno colpito eleganza e raffinatezza. Utilizza micro alambicchi che gli permettono di curare tutto con estrema attenzione. Il nostro progetto aveva bisogno di un grande interprete.
 
Ferdy: Rivoluzionario senza compromessi che soprattutto in questo anno di svolta ha stravolto il proprio modo di vivere tornando a un’agricoltura estrema. Il taglio del fieno a ranza, il cibarsi e il vivere soltanto di ciò che produce e che fa, esprimono il concetto di montagna sostenibile e di vita quasi eremitica, valorizzando ogni singolo filo d’erba.
 

Da qui: Eremyth, il connubio di “Eremita” e “Mito”.
 
Un liquore e un gin che parlano di montagna, in edizioni uniche stagionali perché la natura si ripete in maniera simile ma mai uguale.

Eremyth Liquor nasce delle uve biodinamiche di Fausto, dal miele e dal fieno tagliato a ranza da Ferdy, valorizzati dal mastro distillatore Florian.
Eremyth Gin non vuole ripercorrere un gusto ma scattare una fotografia che sia espressione della montagna in quell’autunno di quel preciso anno. Ginepro, Mele, Angelica, Rosa Canina e Genziana gli ingredienti spontanei del nostro territorio.