Your browser has the Javascript support disabled. Please enable it.
Stai usanto un browser non aggiornato. Aggiorna il tuo browser per consultare il sito web.
Consegna in 24/48 ore - Spedizione gratuita per ordini superiori a 83€

Brigante Bianco

Freschezza montana

Brigante, nel senso scherzoso di un vino gioviale, per “allegre brigate”, vuole anche richiamare il nome d’origine di Brianza, Brig, che significa colle, altura.

Price IVA incl.
  • 18,00 €
Shipping
Spedizione gratuita per ordini superiori a 83€ (eccetto isole)
Quantity
Uva: Chardonnay 60%, Manzoni bianco 20%, Verdese 20%
Cantina: Fermentazione e breve affinamento in acciaio, in bottiglia da Febbraio 2019
Produzione: 10.000 bottiglie
Note di degustazione: Al naso una complessa aromaticità floreale e di frutta bianca. In bocca sapido, fresco e persistente.

La Costa

12 ettari di vigneto comprendono varietà assai diversificate, ma il suolo calcareo, ricco di minerali, riesce a dare un’impronta comune ai vini esaltando profumi, sapidità e freschezza.

Le importanti escursioni termiche che caratterizzano il microclima del parco sono un elemento chiave per ottenere vini che sappiano esprimere finezza ed eleganza.
Qui lo scheletro importante e la presenza di roccia affiorante esprimono talvolta condizioni di aridità e sono la causa di una vegetazione particolare (progetto life “prati magri”), di una viticoltura non certo vigorosa e di rese/pianta molto basse (1 Kg/pianta , 40 Hl/ha ) a favore della concentrazione dei vini.

Tutto il vigneto è disposto su ronchi, terrazzamenti d’antica costruzione, che formano un ripido anfiteatro naturale nella Valle del Curone.
La vigna è allevata a spalliera (guyot e cordone speronato) e coltivata in biologico; la pianta è gestita secondo il metodo di “potatura soffice”.

La Cantina Cascina Galbusera Nera
Fuor di retorica, il vino nasce in vigna e la prima regola è rispettare e valorizzare la materia prima. Per questo le uve dei singoli vigneti sono vinificate separatamente e i vini base assemblati con sensibilità e attenzione, per meglio esprimere la personalità desiderata di ogni singolo suolo, di ogni singola annata, riducendo al minimo le aggiunte “esterne” (solforosa , bentonite…)